venerdì, Giugno 14, 2024

Concorsi forze armate e di polizia

VFT (Volontari in Ferma prefissata Triennale)

VFT

VFT (Volontari in Ferma prefissata Triennale). Disposizioni di revisione del modello di Forze armate interamente professionali.

A partire dall’anno 2023 i VFP4 (Volontari in ferma prefissata di quattro anni) sono stati sostituiti dai VFT (Volontari in Ferma prefissata Triennale).

Durata della ferma

La durata della ferma può essere prolungata, con il consenso degli interessati, per il tempo strettamente
necessario al completamento delle procedure per il transito nei ruoli dei volontari in servizio permanente.

Requisiti

Possono partecipare ai concorsi per il reclutamento dei volontari in ferma prefissata triennale i volontari in ferma prefissata iniziale, ovvero in rafferma annuale, in servizio da almeno ventiquattro mesi o in congedo da non oltre dodici mesi, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 635 (LINK REQUISITI)e dei seguenti ulteriori requisiti:

  • idoneità fisio-psico-attitudinale per l’impiego nelle Forze armate in qualità di volontario in servizio permanente;
  • età non superiore a ventotto anni compiuti, elevata a ventinove per i volontari in rafferma annuale, in servizio o in congedo;
  • superamento con esito positivo del corso basico di formazione iniziale.

I vincitori di concorso sono ammessi alla ferma prefissata triennale con il grado di caporale (Esercito italiano), comune di 1ª classe (Marina militare), o aviere scelto (Aeronautica militare).

Novità introdotte per i VFT

  1. I volontari in ferma prefissata che prestano servizio nei giorni festivi hanno diritto al recupero della festività;
  2. Ai VFT e raffermati è corrisposta una paga lorda giornaliera determinata nella misura percentuale dell’80 % riferita al valore giornaliero dello stipendio iniziale lordo e dell’IIS costituenti la retribuzione mensile del grado iniziale dei VSP (volontari in servizio permanente);
  3. le ore eccedenti l’orario di lavoro settimanale sono retribuite con il compenso per lavoro straordinario in misura pari al 70 per cento del compenso e nei limiti previsti per il grado iniziale dei volontari in servizio permanente.
  4. Le ore eccedenti l’orario di lavoro settimanale non retribuite , sono recuperate tramite la concessione di ore di recupero compensativo;
  5. CFI (compenso forfettario d’impiego) in misura pari al 70 per cento dell’importo previsto per il grado di graduato e gradi corrispondenti;
  6. CFG (compenso forfettario di guardia) in misura pari al 70 per cento dell’importo previsto per il grado di graduato e gradi corrispondenti;
  7. Le indennità di impiego operativo fondamentali e supplementari (L. 78/83), sono corrisposte in misura pari all’80% spettante al grado iniziale dei volontari in servizio permanente.
  8. Spetta l’indennità di rischio (D.P.R. n.146/1975);
  9. Vitto e alloggio collettivo gratuito.

Per partecipare ai concorsi visita la pagina dedicata CONCORSI ONLINE.


Approfondimenti – link utili:
Stipendi forze armate;
CFI (compenso forfettario d’impiego);
CFG (compenso forfettario di guardia).


Riferimenti:
– LEGGE 5 agosto 2022, n. 119;
– DECRETO LEGISLATIVO 15 marzo 2010, n. 66;
– Decreto legislativo 12 maggio1995, n. 195.

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!