Licenza Ordinaria

Licenza Ordinaria per servizio in territorio nazionale e all’estero

Amministrativa

Licenza Ordinaria per servizio in territorio nazionale e all’estero spettante alle Forze Armate e di Polizia a ordinamento civile/militare.

Questo articolo è parte della raccolta “Linee Guida – licenze e permessi per le Forze Armate e di Polizia a ordinamento civile/militare“. Aggiornate ai DD.PP.RR. 15 marzo 2018, n. 39 e 40. Di seguito la Licenza Ordinaria per periodi di servizio prestato in territorio nazionale e all’estero:

SPORT E FITNESS

Per periodi di servizio in territorio nazionale

  • In caso di orario settimanale articolato su 6 giorni lavorativi:
    • fino a 3 anni di servizio: giorni 30 lavorativi annui;
    • da 3 a 15 anni di servizio: giorni 32 lavorativi annui;
    • da 15 a 25 anni di servizio: giorni 37 lavorativi annui;
    • oltre 25 anni di servizio: giorni 45 lavorativi annui;
    • oltre 25 anni di servizio maturati entro il 31 dicembre 1996: giorni 47 lavorativi annui.
  • In caso di orario settimanale articolato su 5 giorni lavorativi:
    • fino a 3 anni di servizio: giorni 26 lavorativi annui;
    • da 3 a 15 anni di servizio: giorni 28 lavorativi annui;
    • da 15 a 25 anni di servizio: giorni 32 lavorativi annui;
    • oltre 25 anni di servizio: giorni 39 lavorativi annui;
    • oltre 25 anni di servizio maturati entro il 31 dicembre 1996: giorni 41 lavorativi annui.

Nell’anno di immissione in servizio o di cessazione dal servizio la durata della licenza ordinaria è determinata in proporzione ai dodicesimi di servizio prestato. La frazione di mese superiore a 15 giorni è considerata come mese intero. Nell’anno solare in cui si matura il requisito della maggiore anzianità di servizio, si ha diritto a fruire per intero della licenza ordinaria nella maggiore misura prevista.

Ai fini del computo dell’anzianità di servizio utile per la maturazione della licenza ordinaria va considerato il servizio comunque prestato presso le Forze di Polizia e le Forze Armate.

SPORT E FITNESS

Periodi esclusi dal calcolo dell’anzianità di servizio

  • aspettativa per motivi privati;
  • sospensione dall’impiego o dal servizio;
  • aspettativa per ricongiungimento familiare all’estero;
  • aspettativa per congedo per la formazione;
  • aspettativa per contratti o assegni di ricerca;
  • licenza straordinaria senza assegni per eventi e cause particolari (art. 4, c. 2, L. 53/2000).

Pur essendo utili ai fini del suddetto computo, non si matura licenza ordinaria durante i periodi di:

  • aspettativa per mandato elettorale;
  • aspettativa in attesa del riconoscimento della dipendenza da causa di servizio, per i militari giudicati permanentemente non idonei in modo parziale;
  • licenza straordinaria o aspettativa per dottorato di ricerca o borse di studio universitarie;
  • licenza straordinaria per assistenza a persona con handicap in situazione di gravità (art. 42, c. 5, D.Lgs. 151/2001);
  • licenze straordinarie per congedo parentale (a esclusione di quello rientrante nel limite di 45 giorni annui di licenza straordinaria) e per malattia del figlio, solo per il personale dell’Arma dei Carabinieri.

Il diritto   alla   licenza   ordinaria   non   è,   invece, riducibile in ragione di assenza per infermità. Qualora indifferibili esigenze di servizio non abbiano reso possibile la completa fruizione della licenza ordinaria nel corso dell’anno, la parte residua deve essere fruita entro i diciotto mesi successivi.

Allo stesso modo, compatibilmente con le esigenze di servizio, in caso di motivate esigenze di carattere personale, il dipendente deve fruire della licenza residua entro i diciotto mesi successivi all’anno di spettanza. I suddetti termini si applicano anche nei confronti dei Maggiori e dei Tenenti Colonnelli. Nei confronti degli Ufficiali superiori e Generali, relativamente alle suddette disposizioni, si applica il termine di dodici mesi

Le infermità insorte durante la fruizione della licenza ordinaria ne interrompono il godimento nei casi di ricovero ospedaliero o di infortuni e malattie di durata superiore a 3 giorni, debitamente e tempestivamente documentate dall’interessato.

Vige il principio generale secondo cui la licenza ordinaria deve essere obbligatoriamente fruita dal personale, senza possibilità di corresponsione di trattamenti economici sostitutivi in caso di non fruizione della stessa (per le deroghe a tale principio consultare la Circolare di Persomil n. M_D GMIL1 IV SGR 0093350 del 28 marzo 2013).

Per periodi di servizio prestato all’estero

  • Per il personale destinato isolatamente a prestare servizio all’estero presso Delegazioni o Rappresentanze militari o presso Enti, Comandi od Organismi internazionali o destinato presso i contingenti di pace ONU: Giorni 30 annui.

Al personale in servizio all’estero o presso Organismi internazionali (con sede in Italia o all’estero), contingenti ONU compresi, competono le licenze previste dalle leggi che ne disciplinano l’impiego, da accordi internazionali ovvero da norme proprie dell’Organismo, accettate dall’Autorità nazionale.

  • Per il personale destinato presso le Rappresentanze diplomatiche all’estero:
    • Giorni 30 annui.
    • Giorni 37 annui, per il personale in servizio in sedi disagiate.
    • Giorni 40 annui, per il personale in servizio in sedi particolarmente disagiate.
  • Per il personale inviato nei contingenti impiegati nei teatri operativi fuori area: Matura la licenza ordinaria di durata pari a quella che avrebbe maturato in territorio nazionale. La licenza ordinaria maturata in teatro operativo può essere fruita solo al rientro in Patria al termine della missione (durante il periodo di permanenza all’estero il personale ha diritto a dei giorni di assenza)

Nei confronti del personale inviato in missione all’estero, il termine dei diciotto mesi per la fruizione della licenza ordinaria decorre dalla data di effettivo rientro nella sede di servizio.

Ci auguriamo che questo articolo possa tornarvi utile. In caso di errori, lasciate un commento a fine articolo. In alternativa potete scriverci al nostro indirizzo mail.

Trovate tutti i nostri contatti all’interno della pagina >>> Contatti – Difesa Blog <<<

ARTICOLI MILITARI
Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.