Armamenti e Tecnologie

Le capacità del Sikorsky CH-53K

lockheed martin

Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha testato le capacità operative del nuovo elicottero Sikorsky CH-53K.

Sikorsky CH-53K
The U.S. Marine Corps, Sikorsky CH-53K heavy lift helicopter. Photo by Lance Cpl. Colton Brownlee.

Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha dichiarato di aver testato con successo la capacità operativa iniziale (IOC) dell’elicottero CH-53K, che è capace di aviotrasportare marines e attrezzature in tutto il mondo. Sikorsky, una società Lockheed Martin Company ha progettato e prodotto il CH-53K , in modo da poter spostare truppe ed equipaggiamenti dalla nave alla costa e su terreni montuosi, più rapidamente ed efficacemente che in precedenza.

“Questa dichiarazione è un voto di fiducia da parte dei vertici del Corpo dei Marines e dimostra il ruolo fondamentale del CH-53K, che offre alle truppe maggior raggio d’azione unitamente al trasporto di pesanti veicoli corazzati, equipaggiamento e personale. Questa capacità è fondamentale nella regione indo-pacifica e in tutto il mondo a sostegno della forza congiunta e degli alleati”, ha affermato il presidente della Sikorsky Paul Lemmo . “Sikorsky e la nostra catena di fornitura del CH-53K, insieme a dozzine di piccole imprese, si impegna quotidianamente per fornire velivoli in grado di adattarsi alle missioni future, che siano affidabili, sostenibili e all’avanguardia per i decenni a venire”.

Il percorso per la realizzazione del CH-53K includeva la collaborazione per dei test operativi iniziali la Marina degli Stati Uniti e il Corpo dei Marines degli Stati Uniti per sviluppare, testare e convalidare le capacità avanzate di questo velivolo del 21° secolo.

Capacità mission-critical CH-53K

I marines hanno pilotato e testato il CH-53K nei loro scenari abituali, dimostrando che il velivolo è sulla buona strada per entrare in servizio nei tempi previsti. L’aereo ha volato più di 3.000 ore, con ottime prestazioni negli scenari di missione, inclusi ambienti estremamente freddi e caldi. 

Altri test eseguiti con i primi sei velivoli al Corpo dei Marines:

  • Rifornimento aria-aria diurno e notturno;
  • Rifornimento aria-aria con carico esterno di 27.000 libbre;
  • Prove in mare con oltre 350 sbarchi;
  • Prova e valutazione dei conflitti a fuoco;
  • Operazioni per simulare il rilascio di truppe da sbarco;
  • Test in condizioni ambientali proibitive presso lo Yuma Proving Ground dell’esercito americano a Yuma, in Arizona;

Produzione a pieno regime

Grazie ai test effettuati è iniziata la produzione definitiva per raggiungere la massima capacità di realizzazione nel 2023. Già approvata l’acquisizione di 200 velivoli.

La linea di produzione high-tech CH-53K a Stratford, nel Connecticut , è attiva con sette velivoli in costruzione, di cui tre in programma per la consegna al Corpo dei Marines quest’anno. Ci sono 46 aeromobili completamente sotto contratto, inclusi quattro elicotteri per il trasporto carichi pesanti per il governo di Israele e altri 14 in contratto per trasporto altri materiali. Gli elicotteri per Israele sono oggetto di un accordo di vendita militare straniera (FMS) della US Navy.

Il programma CH-53K sfrutta tecnologie digitali in grado di ottenere considerevoli risparmi a favore della sostenibilità, nonché prestazioni e prontezza maggiori.

CH-53K offre una maggiore prontezza alla missione ai marines

Il CH-53K è stato specificamente progettato con un moderno ambiente di supporto per la manutenzione potenziato digitalmente per migliorare notevolmente l’esperienza del manutentore.

  • I tempi di manutenzione saranno ridotti di un terzo con diverse caratteristiche di progettazione fisica e tecnologie intelligenti progettate e integrate nell’aeromobile.
  • Il velivolo completamente digitale alimenta un moderno sistema di manutenzione automatizzata lato aereo che consente la diagnostica avanzata e soluzioni di supporto proattivo.
  • Esiste un solido sistema di supporto in atto per il CH-53K con pezzi di ricambio, attrezzature di supporto, manuali di riparazione convalidati ed esperti tecnici Sikorsky sul campo per supportare l’entrata in servizio.

Una maggiore prontezza del CH-53K sarà consentita sfruttando l’attuale successo del CH-53E, un velivolo specificamente progettato per la manutenibilità. Sikorsky ha un’esperienza impareggiabile nella fornitura di parti, logistica integrata, analisi dei dati della flotta best-in-class, servizi di supporto e un accordo per la logistica con il supporto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti e della sua flotta CH-53E Super Stallion per 38 anni.

Fonte: Lockheed Martin

Sostieni DIFESA.blog

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *