Trattamento Economico

Rimborso spese di vitto e pernottamento

vitto e pernottamento

Rimborso spese di vitto e pernottamento, trattamento economico di missione nazionale per il personale delle Forze armate e di polizia.

Questo articolo “rimborso spese di vitto e pernottamento” fa parte della raccolta Trattamento Economico. Questo breve compendio (non ufficiale) è stato redatto per fornire al personale delle forze armate e di polizia un ausilio per la consultazione delle disposizioni vigenti.

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE

INDICE ARGOMENTI TRATTATI

Rimborso del vitto;
Mancato pasto;
Rimborso pernottamento;
Rimborso somma forfettaria.


RIMBORSO DEL VITTO

Per tutti i dipendenti il limite è fissato come segue:

  • 1 pasto € 30,55;
  • 2 pasti € 61,10.

La documentazione per il rimborso è costituita da fattura/ricevuta fiscale per ogni singolo pasto contenente:

  • denominazione o ragione sociale della ditta;
  • descrizione generi consumati o indicazioni generiche, tipo:
    • menù turistico;
    • menù a presso fisso.
  •  generalità del dipendente che ha fruito del servizio (compreso il codice fiscale).

ATTENZIONE!!! Alcune Amministrazioni non accettano fatture che contengono:

  • pasto a prezzo convenuto;
  • pasto completo;
  • pasti consumati da più persone riportati in un unico documento.

Per le missioni di durata superiore a 24 ore, relativamente al giorno in cui si conclude la missione, si ha diritto al rimborso del pasto solo se: 

  • documentato (no autocertificazione);
  • sono state effettuate almeno 5 ore di servizio fuori sede; 
  • avvenga negli orari destinati alla consumazione, e cioè: 
  • dalle 12,00 alle 15,00 per il pranzo; 
  • dalle 18,30 alle 21,30 per la cena.

MANCATO PASTO

Al personale in trasferta che dichiara di NON AVERE POTUTO CONSUMARE I PASTI per ragioni di servizio, pur avendone il diritto, compete un rimborso pari:

  • 100% del limite vigente + il 40% della diaria di trasferta.

Il limite massimo complessivo è due pasti ogni 24 ore di servizio, indipendentemente dagli orari destinati alla consumazione.

RIMBORSO PERNOTTAMENTO

Quando le missioni sono di durata uguale o superiore alle 12 ore compete il rimborso del pernottamento:

  • In albergo compete il rimborso fino alla prima categoria non di lusso (4 stelle);
  • In treno vagone letto a comparto singolo in alternativa al pernottamento fuori sede, con esclusione della vettura letto “excelsior” di Trenitalia;
  • In nave biglietto in cabina singola di 1^ classe o cabina multipla ad uso esclusivo nei limiti del costo della cabina singola.

RIMBORSO SOMMA FORFETTARIA

Comprende sia le spese di vitto che di pernottamento. A richiesta dell’interessato il comando autorizza oltre al rimborso delle spese di viaggio, la corresponsione a titolo di rimborso di una somma forfetaria:

  • da Graduato a Tenente Colonnello:
    • € 110,00 ogni 24 ore;
    • € 50,00 dopo ulteriori 12 ore;
  • da Colonnello a Gen. C.A. € 100,00.

Torna all’indice:
Trattamento Economico <<<

Sostieni DIFESA.blog

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.