Trattamento Economico

Missione nazionale, norme generali

missione nazionale

Norme generali in materia di trattamento economico di missione nazionale per il personale delle Forze armate e di polizia.

Questo articolo “missione nazionale, norme generali” fa parte della raccolta Trattamento Economico. Questo breve compendio (non ufficiale) è stato redatto per fornire al personale delle forze armate e di polizia un ausilio per la consultazione delle disposizioni vigenti.

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE

Il trattamento economico di missione è un compenso in denaro per remunerare il disagio derivante dallo spostamento dalla ordinaria sede di lavoro ad un’altra per esigenze di servizio. 

Viene riconosciuto il diritto a percepire indennità, rimborsi di viaggio, di pernottamento e del vitto, nonché la diaria giornaliera per l’intera durata della missione.

INDICE ARGOMENTI TRATTATI

  • Quando compete;
  • Durata missioni;
  • Tipologia di trattamento;
  • Anticipo spese;
  • Richiamo dal congedo/licenza;

QUANDO COMPETE

Il trattamento economico di missione compete: 

  • nelle ore diurne dalle ore 06:00 alle ore 22:00 (almeno 4 ore);
  • nelle ore notturne dalle ore 22:00 alle ore 06:00 (almeno 2 ore);
  • in località diversa da quella di abituale dimora
  • nelle località distanti più di 10 km.;
  • nel Comune diverso da quello in cui è situata la sede di servizio. 
  • se c’è un provvedimento formale (ordine di missione e f.d.v.).

Il trattamento economico di missione non compete

  • dopo 240 giorni di missione continuativa nella stessa località;
  • dopo 365 giorni continuativi durante la frequenza di corsi addestrativi e formativi.

DURATA MISSIONI

Missioni di durata maggiore di 2 ore (notturna), di 4 ore (diurna) ed inferiore a 7 ore 30 minuti:

  • indennità di trasferta oraria;
  • nessun rimborso per il vitto;
  • nessun rimborso per il pernottamento.

Missioni di durata uguale o superiore a 7 ore e 30 minuti (ma inferiore a 7 ore e 59 minuti):

  • viene arrotondata alle 8 ore;
  • indennità di trasferta oraria per 8 ore;
  • nessun rimborso per il vitto;
  • nessun rimborso per il pernottamento.

Missioni di durata uguale o superiore alle 8 ore (ma inferiore a 12 ore):

  • indennità di trasferta giornaliera nella misura ridotta al 40%;
  • rimborso delle spese per la consumazione di un solo pasto;
  • nessun rimborso per il pernottamento.

Missioni di durata uguale o superiore a 12 ore:

  • indennità di trasferta giornaliera nella misura ridotta al 40%;
  • rimborso delle spese per la consumazione di due pasti;
  • rimborso delle spese per il pernotto.

Missioni di durata uguale o superiore a 12 ore (vitto e alloggio a carico dell’Amministrazione):

  • indennità di trasferta giornaliera al 40% (un solo pasto + rimborso del secondo);
  • indennità di trasferta giornaliera al 60% (con entrambi i pasti);
  • maggiorazione giornaliera.

TIPOLOGIA DI TRATTAMENTO

Regime ordinario: 

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE
  • corresponsione della diaria giornaliera/oraria; 
  • maggiorazione oraria viaggio oltre l’orario di servizio
  • rimborso pernottamento, pasti, e spese di viaggio (treno/aereo/nave).

Regime aggregativo: 

  • corresponsione della diaria giornaliera/oraria;
  • maggiorazione oraria viaggio oltre l’orario di servizio
  • maggiorazione giornaliera (esclusi corsi di formazione);
  • non competono spese per il pernottamento;
  • pasti in aggregazione o in alternativa è consentito un pasto in aggregazione ed uno a rimborso.

Regime del “rimborso forfettario”: 

  • somma forfettaria giornaliera che comprende le spese per vitto e alloggio;
  • rimborso spese di viaggio in treno/aereo/nave;
  • non compete diaria di missione;
  • non compete maggiorazione indennità oraria;

ANTICIPO SPESE

Avviene a seguito di richiesta scritta, compete l’anticipo delle prevedibili spese di missione (periodi non superiori a 30 giorni).

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE

L’Amministrazione è tenuta ad anticipare:

  • 100% delle spese di viaggio; 
  • 100% delle spese di pernottamento; 
  • 85% delle presumibili spese del vitto.

Per il “rimborso forfettario”: 

  • 100% delle spese di viaggio; 
  • 90% della somma forfettaria.

Per richiedere l’anticipo è necessario: foglio di viaggio, eventuale autorizzazione al rimborso forfettario, dispaccio autorizzazione missione,  preventiva prenotazione di Trenitalia e/o copia del biglietto aereo, preventiva prenotazione alberghiera.

RICHIAMO DAL CONGEDO/LICENZA

In caso di richiamo dal congedo ordinario (FF.PP.) o dalla licenza ordinaria (FF.AA.) per indifferibili esigenze di servizio, al dipendente, in località diversa dall’ordinaria sede di servizio, richiamato compete:

  • rimborso delle spese di viaggio;
  • indennità di missione per il raggiungimento della sede di servizio;
  • indennità di missione per l’eventuale ritorno nella località di villeggiatura;
  • rimborso delle spese anticipate per il periodo non goduto.

Torna all’indice:
Trattamento Economico <<<

Sostieni DIFESA.blog

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.