GREEN PASS

Green Pass, le Forze Armate si dividono

Sindacati e Rappresentanza

Tra pochi giorni l’entrata in vigore del Green Pass, il provvedimento divide le Forze Armate, poche informazioni e tanta confusione

Roma, 4 Agosto 2021 – A pochi giorni dall’entrata in vigore del Green Pass, un maremoto rischia di investire anche le Forze Armate, scaturito con ogni probabilità dalla confusione mediatica e da alcuni articoli di testate e giornali on-line, un problema che oramai sta assumendo caratteristiche da “tifo da stadio” anziché essere trattato con la giusta attenzione e dovizia.

La palpabile confusione, dovuta con ogni probabilità al continuo rincorrersi di informazioni parziali e raffazzonate, e l’assenza di disposizioni puntuali, sembrerebbe stia portando alcuni addetti ai lavori a improvvisare interpretazioni non in linea con le disposizioni del Governo, che in un momento delicato come questo, rischiano di creare un clima teso, che potrebbe minare il “vulnus” fiduciario all’interno delle Forze Armate.

Il 6 agosto sarà un giorno delicato, che non deve diventare però motivo di strumentalizzazione da parte di coloro i quali tentano da mesi oramai di portare discredito alla nostra Forza Armata, che soprattutto in questo periodo emergenziale, tramite l’assoluta abnegazione del proprio personale impiegato senza tregua durante tutta l’emergenza Covid-19, ha posto in primo luogo la sicurezza e la salvaguardia della Nazione.

Il SIAMO Esercito ha ritenuto opportuno rivolgersi ai vertici della Forza Armata affinché si chiarisca l’applicazione del c.d. “Green Pass”, per evitare difformi e pericolose interpretazioni, valutando anche di uniformarne l’applicazione all’interno dell’intero comparto Difesa, affinché venga scongiurata una manifesta discriminazione e preservato il benessere del personale per una sempre e maggiore efficienza dell’Esercito Italiano.

SIAMO Sempre al tuo fianco!

Fonte: S.I.A.M.O. Esercito

SPORT E FITNESS

Redazione Difesa Blog

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.