sabato, Aprile 13, 2024

Trattamento Economico

Cessione del quinto dello stipendio

cessione del quinto

La cessione del quinto dello stipendio, una soluzione finanziaria agevolata, ma che offre sia vantaggi che svantaggi: I nostri consigli.

La cessione del quinto dello stipendio è un argomento che interessa molti lavoratori e pensionati. In questo articolo, risponderemo a tutte le domande più frequenti su questo argomento.

Cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto è un tipo di prestito personale che viene rimborsato attraverso una trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione del richiedente. Il termine “quinto” si riferisce al fatto che il rimborso mensile non può superare un quinto (20%) dello stipendio o della pensione netta del richiedente.

Come funziona la cessione di un quinto dello stipendio?

Il funzionamento della cessione del quinto è piuttosto semplice. Una volta che il prestito è stato concesso, l’ente pagatore (ad esempio, l’azienda per cui lavora il richiedente o l’ente previdenziale che eroga la pensione) trattiene ogni mese una quota dello stipendio o della pensione (fino a un massimo del 20%) e la versa direttamente al creditore.

In caso di morte del debitore, la cessione del quinto dello stipendio è generalmente coperta da una polizza assicurativa obbligatoria. Questa polizza viene attivata al momento della richiesta del prestito e serve a garantire le parti in caso di morte del debitore.

Se la causa della morte rientra tra quelle coperte dalla polizza, il debito residuo viene estinto dall’assicurazione. In pratica, la compagnia assicurativa paga il debito residuo all’istituto di credito.

Gli eredi del debitore non devono quindi preoccuparsi del recupero del debito residuo, poiché la banca o l’istituto di credito non può rivalersi su di loro. Tuttavia, è importante notare che nel contratto possono essere previste delle cause di esclusione. Se il decesso del debitore è riconducibile a una di queste cause, la copertura assicurativa potrebbe non essere considerata valida, e in questo caso la banca creditrice potrebbe dover essere rimborsata dagli eredi.

Chi può richiedere la cessione del quinto dello stipendio?

La cessione del quinto può essere richiesta da lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati) e da pensionati. È importante notare che, nel caso dei lavoratori dipendenti, è necessario che l’azienda per cui lavorano sia convenzionata con l’istituto di credito.

Quali sono i requisiti?

Per poter richiedere una cessione del quinto dello stipendio, è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • Tipo di contratto: Il richiedente deve essere un lavoratore dipendente (pubblico o privato) o un pensionato. Nel caso dei lavoratori dipendenti, è necessario che l’azienda per cui lavorano sia convenzionata con l’istituto di credito.
  • Stabilità del rapporto di lavoro: Il richiedente deve essere in servizio e avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
  • Anzianità lavorativa: Il richiedente deve avere un’anzianità lavorativa di almeno tre mesi presso l’ente pubblico di appartenenza.
  • Stipendio fisso o continuativo: Il richiedente deve percepire uno stipendio fisso o continuativo.
  • Diritto alla pensione o trattamento di fine rapporto: Il richiedente deve avere diritto a percepire la pensione o qualsiasi trattamento di fine rapporto.
  • Limite della rata: La rata della cessione del quinto non può essere superiore a un quinto dello stipendio o della pensione netta del richiedente (salvo rare eccezioni).
  • Durata del prestito: Il prestito deve avere una durata di massimo dieci anni.

Inoltre, normalmente è necessario presentare alcuni documenti per la richiesta, tra cui:

  • Codice Fiscale;
  • Documento di identità;
  • Essere residenti in Italia;
  • Ultima Busta Paga;
  • Certificazione Unica (ex CUD).
  • Età minima di 18 anni, massima 86 anni (non compiuti al termine del finanziamento).

La facilità di richiesta online e la garanzia NoiPa

La convenzione tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e gli istituti di credito consente di richiedere facilmente la cessione del quinto, direttamente dal proprio domicilio. I documenti richiesti per la richiesta sono solo la busta paga e il documento d’identità.

La cessione del quinto dello stipendio è la forma di finanziamento più diffusa e conveniente tra i dipendenti della Pubblica Amministrazione e i pensionati. Statisticamente quasi il 90% dei dipendenti dei Ministeri opta per questa modalità di finanziamento.

Qual è la Cessione del Quinto più Conveniente?

Difficile dirlo, la convenienza di una cessione del quinto dipende da vari fattori, tra cui il tasso di interesse applicato. È sempre consigliabile confrontare diverse offerte prima di prendere una decisione, molti portali online offrono questo servizio. Oppure puoi rivolgerti ad un consulente finanziario presso la tua baca o altro istituto di credito.

Quali sono i vantaggi?

La cessione del quinto dello stipendio offre diversi vantaggi, tra cui:

  • Tasso fisso e rata costante: La rata di rimborso e il tasso di interesse sono fissi per tutta la durata del prestito.
  • Facilità e velocità di erogazione: La cessione del quinto è nota per la sua rapidità di erogazione.
  • Assenza di garanzie richieste: Non è necessario fornire una garanzia o un garante per ottenere la cessione del quinto.
  • Pagamento automatico: Il rimborso del prestito avviene automaticamente attraverso un trattenimento diretto dallo stipendio o dalla pensione.
  • Rinnovabilità: È possibile rinnovare la cessione del quinto.
  • Disponibilità anche senza finalità: Non è necessario specificare il motivo per cui si richiede il prestito.
  • Accessibilità per i cattivi pagatori: Questa forma di prestito può essere richiesta anche da chi è considerato un cattivo pagatore o da chi ha già altri prestiti in corso.

Perché non Conviene la Cessione del Quinto?

Nonostante i suoi vantaggi, la cessione del quinto può non essere conveniente in alcuni casi. Ad esempio, a causa del meccanismo di rimborso, potrebbe non essere la scelta migliore per chi ha uno stipendio variabile. Inoltre, il costo totale del prestito può essere più elevato rispetto ad altre forme di prestito a causa degli interessi e delle spese di gestione.

Che Differenza c’è tra Finanziamento e Cessione del Quinto?

La principale differenza tra un finanziamento tradizionale e una cessione del quinto riguarda il meccanismo di rimborso. Mentre nel finanziamento le rate sono pagate direttamente dal debitore, nella cessione del quinto le rate sono trattenute direttamente dallo stipendio o dalla pensione.

Importo massimo richiedibile

Per i dipendenti pubblici, grazie alla convenzione tra il MEF e gli istituti di credito, è possibile accedere alla cessione del quinto NoiPa e richiedere fino a 75.000 euro. Il periodo di rimborso è variabile, con un minimo di 2 anni e un massimo di 10, corrispondenti a 24 e 120 rate.

Sì, può richiedere una cessione del quinto dello stipendio anche se si hanno già altri prestiti in corso. Tuttavia, ci sono alcune considerazioni importanti da tenere a mente:

  • Capacità di rimborso: La somma di tutte le rate dei prestiti, compresa la cessione del quinto, non deve superare un certo limite rispetto al reddito o alla pensione netta mensile del richiedente. Questo limite è stabilito per proteggere sia il richiedente, che potrebbe indebitarsi oltre le sue possibilità, sia l’istituto di credito, che deve evitare i casi di insolvenza.
  • Doppio Quinto o Prestito Delega: Esiste una formula chiamata “doppio quinto” o “prestito delega”, che permette di ottenere un secondo prestito con cessione del quinto. In questo caso, la somma delle rate dei due prestiti può arrivare fino a due quinti del reddito mensile. Questa opzione è riservata ai lavoratori dipendenti con uno stipendio di importo compatibile con questo tipo di operazione.
  • Verifica della Banca o della Finanziaria: Prima di concedere un nuovo prestito, la banca o la finanziaria effettuerà una verifica sulla disponibilità economica del richiedente. Questa verifica può includere un controllo sul numero e sull’importo dei prestiti già in corso, sulla puntualità dei pagamenti e sulla capacità di rimborso.

L’innovativo progetto CreditoNet

NoiPa offre un’applicazione denominata CreditoNet, sviluppata con tecnologia web service, che permette agli istituti di credito o società finanziarie convenzionate di gestire i prestiti concessi ai dipendenti e liquidati con pagamento telematico, attraverso la cessione del quinto dello stipendio. Grazie a questa tecnologia avanzata, gli operatori del creditore possono accedere direttamente al sistema NoiPa tramite il web service, comunicare i dati relativi al prestito richiesto e ottenere tutte le informazioni necessarie per la concessione del credito agli amministrati gestiti dal sistema NoiPA.

Consigli Utili

Prima di richiedere una cessione del quinto, è importante fare un’attenta valutazione delle proprie esigenze e possibilità. Ricorda sempre di leggere attentamente tutte le condizioni del prestito e di confrontare diverse offerte. Infine, considera anche altre opzioni di prestito che potrebbero essere più adatte alla tua situazione finanziaria.

Per ulteriori informazioni e dettagli, è possibile visitare il sito quellocheconta.gov.it o contattare un istituto di credito.


VISITA LA NOSTRA SEZIONE TRATTAMENTO ECONOMICO

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!