Sindacati militari e di polizia

Uccise due poliziotti, assolto per “vizio totale di mente”

UNARMA

Assolto per “vizio totale di mente” l’uomo che uccise due poliziotti, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, in questura.

Trieste, assolto per “vizio totale di mente” l’uomo che uccise due poliziotti, Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, in questura. Ma per 30 anni dovrà stare in una Rems.

Ci hanno sempre insegnato che le sentenze si debbono rispettare e noi lo faremo, ma questa è una sentenza molto amara da digerire.” Cosi in una nota il Segretario Generale Unarma Antonio Nicolosi, che continua: “le forti dichiarazioni del genitore di una delle vittime ci danno modo di riflettere.”

“Mi vergogno di essere italiano”, parole forti, parole che provengono da un povero padre disperato che non solo ha perso il proprio figlio, ucciso brutalmente nei locali della Questura di Trieste il 4 ottobre 2019, ma che ha visto assolvere “per vizio totale di mente” lo stesso assalitore.

Questa Associazione Sindacale Carabinieri non può esimersi dal porgere, nuovamente, le condoglianze ai
familiari della vittima che, senza entrare nel merito della sentenza, si sono visti nuovamente feriti.

Una Sentenza che inevitabilmente lascia l’amaro in bocca soprattutto per chi indossa una divisa, per chi si
prodiga per assicurare la scurezza degli altri e che oggi, in un mondo che per alcuni versi sembra ruotare al contrario, vede assolto un assassino.

«E’ una ferita per tutti, non solo per la Polizia. Ma il processo è lo strumento riparatorio. Abbiamo seguito le logiche del processo penale come strumento democratico…la parola assolve – ha spiegato il Procuratore di Trieste- Antonio De Nicolo – non è un’ingiustizia perché non ho mai visto un assolto che deve stare forse tutta la vita”, come è emerso dalla perizia psichiatrica, “in una Rems” Non sarà una conclusione appagante, ma questo ci consente il codice di procedura penale».

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE

Roma, lì 07 maggio 2022

UNARMA ASC

Sostieni DIFESA.blog

CONSULENZA PSICOATTITUDINALE

DIFESA.blog è sempre gratuito ed è sorretto da un gruppo di volontari. Per questo il tuo contributo è molto importante. Basta una piccola donazione. Grazie!

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.